Informativa. Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

REGISTRATI AL NOSTRO SITO

1Clicca su LOGIN
2Scegli Crea Account.
3Compila i dati e invia 

Se hai problemi puoi inivare una email a info [ @ ] cepitaas.it . Grazie!

ORARIO

UFFICI
Lun-Ven 9:00-13:00 14:00-18:00
MAGAZZINO
Lun-Ven 8:00-13:00 14:00-17:00

REGISTRATI

*

*

*

*

*

*

PASSWORD DIMENTICATA?

*

L’idrante con i suoi accessori (manichetta e lancia erogatrice) é un dispositivo che, tramite l’erogazione di un getto d'acqua, permette l'estinzione di un incendio.

L’idrante può’ essere a muro, soprassuolo o sottosuolo.

L’idrante a muro é composto da cassette munite di portello all’interno delle quali troviamo una valvola in ottone collegata alla rete idrica provvista di apposito volantino per l’apertura e a chiusura dell’acqua, da una tubazione flessibile (manichetta) completa di raccordi e da una lancia erogatrice a tre effetti.

L’ idrante a colonna soprassuolo, può’ avere diversi diametri e deve essere corredato da una cassetta contenente una o più’ tubazioni flessibili (manichette) DN 70 a norma UNI 9487 complete di raccordi UNI 804, sella di sostegno, lancia erogatrice a tre effetti e chiave di manovra indispensabile all’uso dell’idrante.

L’idrante sottosuolo deve avere lo stesso corredo dell’idrante soprassuolo con l’aggiunta di un dispositivo di attacco e manovra (chiave di manovra + collo di cigno).

Il naspo é composto da una cassetta munita di coperchio all’interno della quale si trova una bobina di colore rosso sulla quale vi é arrotolata una tubazione semirigida DN 25 conforme alla norma europea UNI EN 694, collegata alla rete idrica da una parte e ad una lancia erogatrice dall’altra.

L’installazione degli idranti o dei naspi é necessaria in tutte le attività soggette a CPI, in cui una specifica normativa lo preveda (ad esempio scuole, alberghi, ospedali, ecc).

La manutenzione degli idranti e dei naspi é regolamentata dalla norma europea UNI EN 671/3 e dev’essere svolta da personale competente qualificato (ditta manutentrice) almeno una volta ogni 6 mesi.

Almeno annualmente occorre effettuare la misurazione della pressione e della portata dell’impianto.

Ogni 5 anni tutte le tubazioni flessibili e semirigide devono essere sottoposte aprova idrostatica alla pressione di 1,2 MPa.

Secondo quanto riportato sul D.lgs 81/2008 il datore di lavoro é responsabile del mantenimento in efficenza delle attrezzature antincendio, quindi deve sottoporle a manutenzioni periodiche da parte di ditte specializzate.

 

PERCHE' SCEGLIERE CEPI T.A.A.S.

PROGETTAZIONE

PROGETTAZIONE

Un team di professionisti in grado di progettare sistemi complessi.

SUPPORTO

SUPPORTO

Supporto diretto e immediato al Cliente.

DOCUMENTAZIONE

DOCUMENTAZIONE

Documentazione completa dei prodotti e dei servizi.

PERSONALIZZAZIONE

PERSONALIZZAZIONE

Possibilità di personalizzazioni in funzione di esigenze specifiche.

ADATTABILITA'

ADATTABILITA'

La scelta dei dispositivi e dei servizi è fatta in funzione degli obiettivi.

ASSISTENZA  GLOBALE

ASSISTENZA GLOBALE

Assistenza e Manutenzione a tutto campo.

ANTINCENDIO e SICUREZZA
TOP